Los Angeles, (TMNews) - Niente Twitter, smarphone e pc. Solo una macchina da scrivere. Nell'era digitale, negli Stati Uniti c'è chi riscopre il piacere di affidare ai tasti di una macchina da scrivere i propri pensieri. Christopher è uno di loro: ogni settimana si ritaglia del tempo da trascorrere al parco con la sua macchina degli anni '50. "Vengo qui un paio di volte a settimana - racconta - per staccare completamente la spina e stare solo con un foglio di carta bianco, questo mi obbliga a mettere giù i miei pensieri". A Los Angeles quella di recuperare dalla soffitta la vecchia macchina da scrivere sta diventando una vera moda. Ne è una prova questo negozio dove si ritrovano collezionisti e appassionati come Steve Soboroff, uomo d'affari californiano. "Questa è stata utilizzata da Orson Welles, il celebre Orson Welles, la usava in un hotel quando era a Parigi". Questo ritorno di fiamma per la macchina da scrivere è anche una buona notizia per i riparatori come Ermanno Marzorati, che ha lavoro per i prossimi 6 mesi: "Computers, mail, sms, sono diventati molto impersonali. Molte persone con cui parlo mi dicono di voler recuperare le proprie radici. Vogliono una macchina da scrivere, entrare in contatto con quei tasti".La passione per questo vecchio strumento contagia non solo nostalgici signori di mezza età ma anche i giovani, allargando così la platea degli utilizzatori. Il fatto è che oggi le macchine da scrivere non si producono più, in nessun posto del mondo. E questo fa sì che diventino un lusso per pochi: alcuni esemplari possono arrivare a costare anche 250mila dollari.(immagini Afp)