Newtown (TMNews) - Tre settimane dopo la strage, tornano in classe i bambini della scuola elementare Sandy Hook di Newtown, nel Connecticut. L'istituto che ha assistito alla scioccante morte di 26 persone, 20 dei quali bambini, riprende le lezioni, in un edificio diverso, nella vicina cittadina di Monroe. Tra i genitori degli studenti sopravvissuti c'è preoccupazione, ma anche voglia ti tornare alla normalità."Non ci sono manuali per affrontare una situazione del genere - spiega una madre - possiamo solo cercare di capire come si sentono i nostri figli e cercare di dare loro tutto il sostegno che possiamo, perché non vogliamo spaventarli ancora". "Se i bambini mi vorranno in classe con loro - aggiunge un'altra genitrice - io sarò più che felice di esserci, ma forse basterà stare nell'auditorium insieme agli altri parenti, anche perché non sono ancora del tutto sicura di essere pronta a lasciarli andare da soli".Tra le vittime della folle strage anche la preside dell'istituto, la cui figlia, oggi, assicura che la madre sarà comunque insieme ai suoi ragazzi. "Lei sarà sicuramente con loro", assicura la giovane Erica. Così come probabilmente ci sarà, almeno metaforicamente, tutta la comunità di Newtown, nella speranza di poter uscire, prima o poi, dall'incubo del 14 dicembre.