New York (TMNews) - Un museo dell'hip hop nella sua madre patria, il Bronx. Nella zona di New York che ancora oggi - in modo non più così giustificato - si porta dietro la fama di quartiere pericoloso e difficile, nel 2017 potrebbe aprire l'Universal Hip Hop Museum, un museo interattivo che racconta la storia del genere scavando nelle sue radici.La sede, secondo i piani degli ideatori, sarebbe nel KingsbridgeArmory, un forte risalente agli inizi del XX secolo, rimasto alungo inutilizzato e da poco convertito in un centro per glisport sul ghiaccio. "Molte persone hanno idee sbagliate sull'hip hop", ha spiegato al New York Times il "padrino" del genere, Afrika Bambaataa, futuro presidente del museo. "Quando si pensa all'hip hop si pensa solo ai rapper, ma c'è un'intera cultura dietro".