New York (TMNews) - Un'accoglienza da rockstar. L'anima indiana di New York ha festeggiato con enorme entusiasmo, e qualche sfumatura in salsa bollywoodiana, la visita negli Stati Uniti del premier di Delhi, il nazionalista Narendra Modi. Al Madison Square Garden si sono radunate più di 18mila persone di origine indiana, arrivate da tutta l'America e anche dal Canada."Non è corrotto, è onesto, è sincero - spiega un supporter di Modi - vuole rilanciare l'India, portarci ad avere un peso nella comunità internazionale, con una serie di azioni per portare molti investimenti"."Siamo sicuri - aggiunge una donna in abito tradizionale - che farà tornare grande la nostra nazione. Abbiamo molte aspettative per la sua amministrazione e siamo certi che porterà un cambiamento positivo".A livello di immagine e di impatto mediatico, non c'è dubbio, Modi sta riscuotendo grande successo. Forse nessuno prima di lui era riuscito a trasformare New York, almeno per qualche ora, in una sorta di colonia indiana. Ma dopo lo show e la festa, per il premier resta la prova dei fatti e i problemi dell'India, storicamente, non sono semplicissimi da risolvere. Ma l'entusiasmo, almeno tra gli indo americani, non manca.