New York, (TMNews) - Bibite zuccherate oltre il mezzo litro al bando a New York: il 12 marzo entra in vigore il divieto deciso da una commissione medica nominata dal sindaco Michael Bloomberg. Una scelta che fa discutere: il primo cittadino difende la misura contro l'obesità e per la salute pubblica, le grandi catene e ristoranti hanno qualche difficoltà a rispettarla. "E' nell'interesse del Paese. Quest'anno, per la prima volta nella storia, moriranno più persone per il troppo cibo che per la carenza. Moltissimi muoiono per gli effetti dell'obesità, più che per la fame. Dobbiamo fare qualcosa" spiega Bloomberg. In vista dell'entrata in vigore del bando, la catena Dunkin Donuts ha rivisto i suoi volantini per far conoscere ai clienti le nuove regole: non metterà più lo zucchero nel caffè sopra una certa quantità. "Sono sorpresa, pensavo il divieto valesse solo per le bibite gasate e il tè freddo, non per il caffè"."E' seccante, e penso non sia necessario: ci sono molte altre cose di cui preoccuparsi in questa città".Il provvedimento non vieta ai ristoranti di zuccherare il caffè ma impone dei limiti: massimo quattro bustine per mezzo litro di bevanda. Il problema per molti locali, come Dallas Barbeque, sta nelle dimensioni dei bicchieri. "La legge ci dice che dovremmo eliminare quelli da mezzo litro, ma per ora siamo in un limbo e possiamo tenerli sino a giugno" spiega il proprietario. Il timore dei ristoratori è che il divieto costi decine di migliaia di dollari.