Kathmandu (askanews) - Il Nepal cerca di organizzare i soccorsi dopo il devastante terremoto di magnitudo 7,8 che ha provocato oltre 5.000 vittime e almeno 8.000 feriti. Ma le autorità del paese temono che il bilancio finale possa raggiungere i 10mila morti una volta che saranno raggiunte anche le zone più lontane colpite dal sisma.Le vittime italiane per il momento restano quattro mentre è sceso il numero dei connazionali ancora dispersi. Ora sono una decina ha fatto sapere l'Unità di crisi della Farnesina. La ripresa, sia pure parziale, delle comunicazioni e l'arrivo dei soccorsi in zone sinora rimaste isolate ha infatti permesso di rintracciare una trentina di persone di cui non si erano avute notizie nei giorni scorsi. In totale la Farnesina ha già individuato 340 italiani sani e salvi, tra alpinisti e turisti.Secondo le Nazioni Unite, almeno otto milioni di persone sono rimaste colpite dal sisma, mentre un milione e mezzo di abitanti ha bisogno di aiuti urgenti. Nelle ultime 24 ore lo sciame delle repliche del sisma è decisamente diminuito, ma centinaia di migliaia di persone continuano a dormire in strada.(Immagini Afp)