Roma (TMNews) - Anche Nelson Mandela, scomparso a 95 anni il 5 dicembre 2013, sta per entrare nel parterre des rois del Museo delle cere di Roma. La statua, attualmente è in fase di elaborazione ma sarà completata entro un mese e mostrerà un sorriso dolce ma non troppo accentuato, dato che il leader della lotta all'apartheid ha molto sofferto nel corso della sua vita.Per la scultrice romana Francesca Di Nunzio, che ha realizzato diverse altre opere per il museo, si è trattato di un compito difficile ma appassionante."E un coinvolgimento piacevole perché ho avuto l'opportunità di ritrarre un personaggio che oltre a essere noto aveva degli obiettivi umanitari assolutamente da sposare. Sono doppiamente contenta."Quella di Mandela sarà la 76esima del Museo e verrà collocata nella stanza della politica, tra Hitler, Mussolini, Lenin, Putin, De Gasperi e Don Sturzo. La decisione di inserire Madiba nella Hall of fame del museo è stata del direttore, Fernando Canini."Nel periodo in cui stavamo concludendo la statua di Papa Francesco, Mandela è venuto a mancare e ho pensato che un personaggio importante come lui nel nostro museo sarebbe stato veramente bene".Il busto del leader sudafricano, ancora priva di capelli, modellato in argilla sarà passato in forno e modellato in cera e silicone a cui poi i truccatori daranno il tocco finale. Il tutto sarà poi assemblato su un corpo di legno e resina abbigliato dai costumisti del Museo.(Immagini Afp)