«Un eroe per il mondo». Così lo definì Barack Obama. Strano destino quello di Nelson Mandela, leader dal carisma globale che nonostante il ruolo di padre della patria e di primo presidente, dal 1994 al 1999, del Paese liberato dall'apartheid, ben poco ha viaggiato oltre i confini del suo amato Sudafrica. A pochissimi, e il pensiero corre inevitabilmente a Gandhi, a Gorbaciov o Madre Teresa, il privilegio di guadagnare come lui il rispetto e la stima del mondo intero.