Milano, (TMNews) - Nel 2012 boom delle operazioni anti-riciclaggio. La Guardia di Finanza ha accertato il riutilizzo in attività legali di almeno 2 miliardi e 600 milioni di euro, tutti provento di reati. Un importo quasi doppio rispetto al 2011 e riconducibile per il 20% all'evasione fiscale.Il bilancio tracciato dalle Fiamme Gialle sui reati finanziari dell'anno appena passato fotografa anche un aumento del denaro trasportato illegalmente oltre frontiera: si parla di oltre 124 milioni di euro in contanti e oltre 3.500 violazioni contestate.Il 2012 è stato anche l'anno delle pietre e dei metalli preziosi: sono stati sequestrati oltre 335 kg. di oro, +653% rispetto al 2011, e 2.129 di argento, +1.088%.In tutto sono stati denunciati 5.412 responsabili di reati bancari, finanziari, societari e fallimentari, mille in più dell'anno precedente e sono stati sequestrati beni e disponibilità finanziarie per 200 milioni di euro.