Washington (askanews) - Il Grande fratello può anche essere un pallone gonfiato. Dalla fine di dicembre 2014 un gigantesco dirigibile statunitense galleggia nei cieli del Maryland, non lontano dalla capitale Washington. Si tratta del nuovo sistema radar anti missilistico e ultra sofisticato dell'esercito americano. Che sta togliendo il sonno a molte associazioni dedicate alla tutela della privacy che temono intrusioni nella vita dei cittadini Usa.Il mastodontico ventre del dirigibile ospita uno degli anelli del sistema di protezione aerea americana, come spiega il colonnello Frank Rice, comandante della difesa aerea nella regione di Washington: "Questo dirigibile è un radar in volo che copre un raggio di 500 chilometri, più o meno il territorio di tutto il Texas, che ci permette di identificare minacce ancora più lontane".Il velivolo flotta a tre chilometri di altezza e può restare in volo quasi un mese, molto più di qualsiasi aereo ed è in grado di seguire migliaia di velivoli, di navi e di veicoli più piccoli.Ma le associazioni che difendono il rispetto della vita privata sono insorte, una di loro ha addirittura citato l'esercito americano per ottenere maggiori informazioni, come chiarisce Ginger McCall, vice direttore di Electronic Privacy Information Center."Ci hanno dato migliaia di pagine di documenti, però si tratta soprattutto di contratti. Ma questa tecnologia è concepita per integrare equipaggiamento video ad alta definizione in grado di sorvegliare anche le persone in un raggio di cinque chilometri".L'esercito ha risposto affermando che non saranno mai montate telecamere sul dirigibile e che il suo solo scopo è proteggere gli americani. Ma tutto questo non basta per i critici che sostengono che anche senza video il radar potrebbe controllare i movimenti degli individui.Un secondo dirigibile radar dovrebbe prendere il volo nella prossima estate. Ma senza il sostegno dell'opinione pubblica il progetto rischia di sgonfiarsi ben prima del decollo.(Immagini Afp)