Lubiana (askanews) - Oltre un mese a bordo di un kayak attraverso i Balcani per protestare contro la costruzione di migliaia di dighe. Il progetto coinvolge 60 appassionati e attivisti partiti dal lago di Bohinji, in Slovenia, con l'intenzione di attraversare 18 fiumi in 6 paesi dei Balcani, per un viaggio lungo 35 giorni.Quelli che percorreranno sono tutti corsi d'acqua minacciati dalla costruzione, nei prossimi anni, di 2.700 dighe, fra cui 113 in parchi nazionali, con conseguenze gravi sui fiumi, sull'ambiente circostante e sugli animali.Gli sportivi con i loro kayak attraverseranno via acqua, una pagaiata dopo l'altra, la Slovenia, la Croazia, la Bosnia, la Macedonia, il Montenegro e termineranno il loro viaggio di protesta in Albania, il 20 maggio 2016.