Losanna (askanews) - Il responsabile dell'Agenzia iraniana per l'energia nucleare Ali Akbar Salehi si è detto ottimista sulla possibilità di arrivare a un accordo potenzialmente storico con la comunità internazionale, nonostante le interferenze di quanti si oppongono a un'intesa."Complessivamente mi considero ottimista, ha spiegato Salehi a margine dei negoziati ripresi oggi a Losanna, anche se a livello internazionale quanti sono interessati a creare problemi e a non affrontare la questione non sono certo rimasti con le mani in mano. E stanno cercando di fare in modo che non si giunga ad alcun accordo".Il responsabile iraniano per l'energia atomica e il ministro statunitense dell'Energia Ernest Moniz si sono uniti ai negoziati sul nucleare a fine febbraio, partecipando ai colloqui di Ginevra e Montreux in vista di una soluzione definitiva."Le questioni tecniche, legali e politiche sono strettamente connesse, ha messo in guardia Salehi. Ciò significa che anche se si risolvono le problematiche tecniche restano sempre sul tappeto quelle politiche, come le sanzioni economiche. Che sono naturalmente collegate. La Repubblica islamica dell'Iran ha dimostrato la sua volontà politica, ha concluso Salehi, e ora spetta all'altra parte fare un passo avanti e dimostrare che ha la volontà politica di consentire una risoluzione del problema".(Immagini Afp)