New York (TMNews) - La morte dell'attore Philip Seymour Hoffman per una probabile overdose di eroina ha riportato all'attenzione dell'opinione pubblica il problema del consumo della sostanza stupefacente negli Stati Uniti,E' il Wall Street Journal a tentare una stima. Il numero delle persone che fanno uso di eroina negli Stati Uniti - rivela il giornale - è cresciuto quasi dell'80% tra il 2007 e il 2012 e anche il numero dei morti è in netto aumento con 3.094 decessi nel 2010 (questo il dato completo più recente a disposizione).Ma le differenze col passato non sono soltanto una questione statistica. Al contrario di quanto avvenuto tra la fine degli anni '60 e i primi anni '80, il nuovo fenomeno infatti non coinvolge più soltanto i centri urbani, ma anche le periferie e le zone rurali.Non esistono più confini demografici o geografici: l'eroina è un problema che riguarda l'intera società statunitense.