Kiev (TMNews) - Ha passato un brutto quarto d'ora Aleksandr Panteleymonov, direttore del canale televisivo statale ucraino NTCU, molto vicino nel recente passato alle posizioni dell'ex presidente Viktor Yanukovich: ieri è stato aggredito nel suo ufficio da un gruppo di deputati che lo hanno costretto a firmare immediatamente una lettera di dimissioni.A guidare il manipolo di parlamentari, appartenenti al partito di estrema destra Svoboda, nientemeno che Igor Miroshnychenko, vice presidente della commissione parlamentare per la libertà di stampa e l'informazione. Il video del raid, filmato dagli stessi componenti del commando, e la lettera firmata sono finiti sulle colonne del popolare quotidiano Ukraynskaya Pravda, prima vicino all'opposizione ora al governo, scatenando un mezzo terremoto che ha scavalcato i confini dell'Ucraina.Miroshnychenko ha tentato di giustificare l'azione, sostenendo che in una situazione d'emergenza come quella odierna in Ucraina, Panteleymonov ha continuato a diffondere posizioni filorusse e per questo i deputati di Svoboda sono stati costretti a usare le maniere forti. "L'Ucraina si trova in stato di occupazione e di guerra, penso che fornire informazioni di propaganda nemica sia tradimento", ha detto il deputato, sul quale sono piovute le critiche da ogni angolo.