Roma, 3 lug. (TMNews) - La nave militare statunitense Cape Ray ha lasciato il porto di Gioia Tauro dopo avere caricato tutti i 78 container di agenti chimici siriani, trasportati dalla Siria al porto calabrese dal cargo danese Ark Futura. Le operazioni di trasbordo dei container si sono concluse senza incidenti, ha confermato l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac). La nave americana ha così potuto muoversi "verso le acque internazionali del Mar Mediterraneo, dove potrà iniziare le operazioni di neutralizzazione" a bordo, ha spiegato il contrammiraglio John Kirby, portavoce del Pentagono.Secondo l'alto ufficiale americano, le operazioni di distruzione delle armi chimiche richiederebbero "alcune settimane". L'Opac, da parte sua, ha fatto sapere che saranno necessari "circa 60 giorni".Damasco ha evacuato dal paese 1.300 tonnellate di agenti chimici. Ma solo gli elementi più pericolosi, identificati come "Priorità Uno" saranno distrutti a bordo della Cape Ray. Secondo il Pentagono, si tratterebbe di circa 700 tonnellate di prodotti chimici.