Mosca, (TMNews) - Alexei Navalny sindaco di Mosca. Un'idea che divide i russi, chiamati a scegliere il nuovo primo cittadino della capitale il prossimo 8 settembre. Il leader dell'opposizione anti Putin fa campagna elettorale in città, organizza incontri pubblici e fa volantinaggio per strada, nonostante rischi cinque anni di carcere perchè è accusato di appropriazione indebita: accuse che lui ha sempre respinto come false e costruite ad arte."Sono assolutamente certo che la cosa più importante che un candidato deve fare sia incontrare la gente. Se vuoi conquistare il potere, o vuoi mantenerlo, è tuo dovere partecipare a questi incontri nei quali la gente può vederti e fare domande" dichiara Navalny in comizio. Tra gli ascoltatori c'è chi apprezza e chi no."E' l'unico candidato che incontra i moscoviti: non ha paura perchè è uno di noi" dice un volontario per la campagna elettorale di Navalny."Non mi interessa sapere cosa succede, in tutti i partiti ci sono disordine e corruzione: per me sono tutti uguali" ribatte Katia."Conosco le sue attività su Internet, è una prova che si impegna e per me è abbastanza per votarlo" dichiara invece Alexei e Natalia è d'accordo."Mi piace la sua originalità, che Navalny non sia un politico dell'era sovietica, che Mosca si interessi a lui". Nicolai invece teme l'influenza straniera nella politica russa: "Quest'uomo non propone nulla di interessante per la città, dicono tutti sempre le stesse cose, ma non credo riuscirà a realizzarle, è sostenuto dagli stranieri che lo finanziano per promuovere una rivoluzione, come è successo in Egitto".(immagini Afp)