Augusta (askanews) - Si teme una nuova strage nel Mediterraneo. Alcuni migranti, salvati dalla nave tedesca Holstein e sbarcati nel porto siciliano di Augusta, hanno raccontato di essersi salvati da un naufragio al largo delle coste libiche in cui avrebbero perso la vita una quarantina di persone.I sopravvissuti hanno raccontato agli operatori dell'organizzazione umanitaria Save the children che il gommone sul quale viaggiavano i migranti sarebbe colato a picco.Il drammatico racconto è stato fatto agli operatori umanitari che li hanno accolti, ai quali i migranti hanno riferito di essere stati circa 120, tra cui numerose donne e bambini. L'imbarcazione non avrebbe retto il carico rovesciandosi.