Palermo (askanews) - A Palermo il car sharing è elettrico. Il progetto, presentato nel foyer del Teatro Massimo, rientra nel più ampio piano nazionale Demetra, e ad illustrarlo erano presenti tra gli altri il sindaco Leoluca Orlando, il presidente dell'Amat (la società di trasporto pubblico di Palermo) Antonio Gristina, il responsabile Infrastrutture e reti di Enel Italia Gianluigi Fioriti, e Bernard Chretien, direttore generale di Renault Italia.A vincere il bando è stata infatti la casa automobilistica francese che fornirà 24 auto elettriche, mentre Enel fornirà 16 stazioni di ricarica controllate a distanza, la cui installazione e manutenzione sarà affidata a Sogea.Inizialmente il servizio di car sharing sarà attivo in cinque parcheggi (piazza Massimo, piazzale Ungheria, via Malta, piazza Ignazio Florio e viale Libertà) mentre entro la fine dell'anno ne verranno attivati altri tre )(piazza Europa, stazione Notarbartolo e Porto).Le auto, delle Renault Zoe, sono dotate di un motore di 65 kW che garantisce un'autonomia di 100-150 chilometri. I tempi di ricarica su colonnine da 22 kW, invece, si aggirano sull'ora.Quello di Palermo sarà il più ampio parco auto sharing in Italia, e come garantito dall'Amat sarà possibile usufruire di car-sharing e bike-sharing sfruttando un'unica card. Le 24 nuove auto elettriche si aggiungono alle 102 vetture a metano, alle quali da novembre sarà aggiunto il bike-sharing, con l'attivazione degli stalli e la disponibilità di oltre 400 biciclette, di cui venti a pedalata assistita. Lo sharing system sta avendo un grande successo a Palermo e conta già 3.200 abbonati.