Olbia (askanews) - I carabinieri di Olbia, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Cagliari, hanno sgominato un organizzazione criminale con una struttura piramidale, composta da almeno 23 persone, dedita al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti tra Italia, Olanda e Albania; 13 gli arresti nei confronti di soggetti italiani, albanesi e rumeni, 12 finiti in carcere e uno ai domiciliari. Per altri 4 appartenenti all organizzazione è stata richiesta una rogatoria internazionale che consentirà la loro cattura all estero mentre 6 si trovano già in carcere per altri reati.L operazione, condotta tra l estate del 2013 e il 2015, ha portato al sequestro di oltre 20 kg di stupefacenti tra cocaina, eroina e marijuana, per un valore stimato di almeno 2 milioni di euro, destinati a rifornire le notti brave di Olbia e della Costa Smeralda nel periodo estivo. Per sfuggire ai controlli la droga veniva nascosta, con ingegnosi stratagemmi, nelle auto dei corrieri. Confiscati anche una pistola calibro 6.35 risultata rubata, circa 30mila euro in contanti e auto di grossa cilindrata.Le auto sono state smontate presso officine specializzate e sono stati trovati cassetti a scomparsa apribili solo con precise sequenze di azioni e doppi fondi tra la trasmissione e il motore. Gli stupefacenti, inoltre, a volte venivano addirittura immersi nel serbatoio del carburante.