Milano (TMNews) - L'Italia chiede all'Europa di spingere di più sulla crescita. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha infatti invocato un cambio di rotta a Bruxelles."A livello europeo si impone una correzione di rotta e un impegno nuovo per promuovere crescita e occupazione".Il Capo dello Stato ha parlato al termine di un incontro con il presidente croato Ivo Josipovic, e ha ribadito lo sforzo fatto dal nostro Paese per risanare i conti.Ma il commissario Ue all'Economia Olli Rehn poco prima non aveva esitato a bacchettare l'Italia, parlando di una Finanziaria da correggere per il mancato rispetto degli obiettivi sul debito. Rehn ha anche invitato a insistere su spending review e privatizzazioni e poi è tornato ad accusare il nostro Paese, insieme alla Francia, di essere "chiaramente indietro sulla competitività".