Napoli, (askanews) - Cambio di casacca per Higuain non solo sul campo ma anche tra le statuine del presepe di San Gregorio Armeno, a Napoli. Via l'azzurro della squadra partenopea, arriva il bianconero della Juventus non senza, però, un cartello provocatorio con la scritta "core 'ngrato", segno che i napoletani questo "tradimento" proprio non l'hanno digerito, soprattutto per le visite mediche fatte di nascosto.

"Ci ha ingannato, a tutti i napoletani" dice un passante.

"Io avevo la bancarella di Higuain e ho tolto tutto - aggiunge quest'uomo - mi ha rovinato e ho dovuto rifare tutto daccapo: bandiere, tutto, ho perso un sacco di soldi. Sono rimasto male che se n'è andato alla Juve, era meglio che se lo prendeva il Saint Germain o qualche altra squadra, non la Juve".

"C'è poco da parlare - spiega amareggiato quest'uomo - forse ci siamo sprecati troppo a fare troppi commenti, non li meritava. Se credeva in noi rimaneva a Napoli".

Insomma la delusione regna sovrana tra i tifosi partenopei e anche per chi prova a esorcizzarla con l'ironia, come i maestri presepiali Marco Ferrigno e Genny di Virgilio non è facile parlare dell'addio del Pipita.

"Sicuramente - precisa Di Virgilio - è stato difficile farla con la maglia della Juve perché lui è venuto a Napoli, abbiamo fatto la statuina con la maglia azzurra, tutti contenti di questo grande calciatore. Poi se n'è andato e ci ha fatto rimanere tutti con l'amaro in bocca".

Ora a De Laurentis tocca correre ai ripari ed è già pronta una super offerta da 45milioni di euro all'Inter per Icardi. La trattativa è ancora tutta da definire ma a San Gregorio Armeno si lavora già per preparare una nuova statuina.