Napoli (TMNews) - Levata di scudi a Napoli contro il sindaco Luigi De Magistris, colpevole - secondo il gruppo "Cittadinanzattiva" - radunatosi in piazza Vittoria per un flash-mob - di non aver saputo affrontare, nonostante i proclami, problemi secolari come traffico, smog e rifiuti. Sotto accusa, in particolare la Ztl sul lungomare Caracciolo che ha messo in difficoltà anche i commercianti. Il presidente di Confcommercio, Pietro Russo. "Confcommercio non fa un'azione corporativistica degli interessi di parte ma spera che gli interessi siano più ampi, per la città e quindi alcune iniziative come la Ztl o altre come la mancata realizzazione di termovalorizzatori e quant'altro, mettano la città in grossa difficoltà. Con la ideologia non si è mai andato da nessuna parte"Tra i principali motivi del contendere proprio il cosiddetto "Lungomare liberato", vanto dell'amministrazione De Magistris ma che proprio non va giù a una parte della cittadinanza."Liberato da che non si capisce bene. Non c'è mai stato bisogno del passaporto per andare su via Caracciolo. Quindi liberato dalle macchine? Bene! contro qualsiasi legge urbanistica è stato trasferito il traffico da una strada larga 40 metri su strade strett, vicoli e stradini. Quindi lo smog è stato trasferito dentro le case, dentro le cucine e questo non va bene".Non tutti, però, erano in piazza per protestare. C'è anche chi del lungomare liberato è contento e vuole che resti così com'è.