Napoli, (TMNews) - Resta turbolenta la situazione all'ospedale Cardarelli di Napoli, la struttura più grande del mezzogiorno, dove da mesi vanno avanti le proteste contro i tagli e il precariato. Nel mirino dei precari il direttore generale Rocco Granata per quella che giudicano come l'ennesima provocazione. Franco Verde, coordinatore Provinciale Anaao Assomed: "Un decreto legge obbliga le regioni a prorogare i precari con tre anni di servizio fino al 2016. Questo decreto è stato recepito da tanti ma non dal Cardarelli dove abbiamo quaranta precari".Verde chiede che venga inviato un commissario al Cardarelli. Gisella Di Palma, dirigente di primo livello dell'ospedale napoletano, parla in qualità di rappresentante dei precari e spiega che non sono assicurate nemmeno le minime garanzie previste in qualsiasi contratto, dalla possibilità di assentarsi per un lutto per poter accudire un parente malato. "A fronte delle grosse responsabilità vorremo le minime garanzie che spettano ai dirigenti medici - ha detto -Siamo pronti a dare tutto e anche di più ma chiediamo che ci venga riconosciuto quello che dovremmo essere".