Napoli, (TMNews) - I vigili del fuoco scavano a mani nude tra le macerie del palazzo al civico 71 sulla Riviera di Chiaia, a Napoli. Nessuno, secondo quanto riferito dai soccorritori, è rimasto coinvolto nel crollo e non ci sarebbero nemmeno dispersi. Una parte della facciata del palazzo, nel cuore del capoluogo campano, una zona elegante, si è sgretolata.Secondo alcuni testimoni il fabbricato che è a poca distanza dal cantiere della linea 6 della metropolitana aveva delle crepe. "Da quattro mesi, tutte le mattine, una squadra di tecnici della società che sta realizzando la metropolitana, effettua dei sopralluoghi di verifica della staticità nel palazzo" ha detto una persona che abita nell'edificio adiacente.Secondo i primi accertamenti tecnici, la causa del crollo sarebbe collegata a un'imponente perdita d'acqua dal sottosuolo, ma si tratta solo di una prima ipotesi. I funzionari dei Vigili del Fuoco sono al lavoro per analizzare ogni elemento utile alle indagini.Al momento del crollo stava passando nella via un autobus e c'era un'auto dei vigili urbani, chiamata in zona poco prima per un intervento. I due agenti erano già scesi dalla vettura che è stata travolta dai detriti e sono rimasti solo lievemente feriti.