Napoli (TMNews) - A pochi giorni dal devastante rogo, la Città della Scienza di Napoli riparte dagli impegni della politica e delle istituzioni, unite per rilanciare il polo tecnologico campano. In campo c'è anche il governo, rappresentato a Napoli dal ministro dell'Istruzione Francesco Profumo.Il presidente della regione Campania, Stefano Caldoro, fa il punto della situazione, senza nascondersi le difficoltà. "Trovare le risorse - ha spiegato il governatore - non è facile, abbiamo fatto un lungo lavoro tutti insieme - governo e istituzioni locali - per torvare le risorse. I primi segnali sono positivi e già possiamo contare su cifre sicuri. La tutela dei lavoratori è stata la prima cosa che abbiamo fatto, e tutto cià che bisognava fare lo abbiamo fatto subito".Sulla necessità di fare in fretta concorda anche il presidente del Cnr Luigi Nicolais. "Qualunque intervento noi dobbiamo fare - ha detto - dobbiamo farlo subito, per dimostrare che sappiamo reagire".