Napoli (TMNews) - Di nuovo sulla gru, con lo striscione "Disperados". Si rinnova la protesta degli ex dipendenti del Consorzio Unico di bacino di Napoli e Caserta, che denunciano il mancato pagamento degli stipendi da 21 mesi e già nei giorni scorsi, insieme ai lavoratori della Astir, avevano inscenato manifestazioni clamorose.La protesta è andata in scena, anche questa volta, nel cantiere della stazione metro di Piazza Municipio a Napoli. E tra chi è sceso in piazza cresce la sfiducia nei confronti delle istituzioni e della politica.