Napoli (TMNews) - Stava passando con la sua auto nei pressi dei giardinetti intitolati all'attore Nino Taranto, a Napoli, quando un albero si è improvvisamente abbattuto sulla strada schiacciandola nell'abitacolo della sua Fiat Panda. Per Cristina Alongi, 44 anni, sposata e con una figlia di 8 anni, non c'è stato scampo: la donna è morta all'istante, colpita dal tronco.Secondo i primi rilievi, causa del cedimento sarebbero le radici troppo piccole dell'albero, cresciute poco e quindi incapaci di sostenerne il peso. Mario Coppeto, presidente della Quinta Municipalità Vomero-Arenella, la zona in cui si è verificata la tragedia."Nulla faceva immaginare questa tragedia da quello che ci risulta - ha dichiarato - Come amministrazione abbiamo fatto decine di potature di alberi ad altio fusto sul territorio della quinta municipalità, potando mezzo Vomero fino al 30 di aprile, con un mese di deroga. Abbiamo insistito perché alcuni alberi ci venivano segnalati come alberi a rischio ma questo non era nell'elenco".Immediato l'intervento della polizia municipale e dei Vigili del fuoco che hanno lavorato alcune ore prima di riuscire a estrarre il corpo della donna dalle lamiere dell'auto. Solo per una fortunata coincidenza la figlia della vittima non era sul sedile accanto alla mamma. La zona è stata chiusa al trafficoo e messa in sicurezza. Casi del genere si sono già verificati a Napoli in passato: nel 2011, quando morì un pensionato 64enne e nel '98, allora la vittima fu una donna di 54 anni.