Napoli (TMNews) - Rabbia e dolore fuori dall'ospedale San Paolo di Napoli dove è stato ricoverato il ragazzo di 14 anni con l'intestino perforato da un tubo per l'aria compressa. Il fatto è avvenuto in un autolavaggio del quartiere Pianura, dove tre ragazzi, tutti poco più che 20enni, prima lo hanno preso in giro perché sovrappeso e poi lo hanno gravemente ferito con l'aria compressa. Uno è stato arrestato per tentato onmicidio, gli altri due denunciati per concorso. Parla la mamma del ragazzo arrestato. Increduli i parenti della vittima. L'autolavaggio in cui è avvenuta la tragedia era frequentato abitualmente sia dalla vittima che dai tre accusati.