Roma, (askanews) - Piomba su un mercatino di Natale e travolge la folla. A poche ore dall'incidente di Digione un altro inquietante caso, molto simile, scuote la Francia. Dieci persone sono rimaste ferite, due delle quali in modo grave, dopo essere state investite da un mezzo in un mercato allestito per le feste a Nantes, nell'ovest del Paese.L'uomo alla guida del furgoncino, è a sua voltagravemente ferito dopo essersi inferto nove coltellate. Un responsabile francese ha chiarito che al momento non ci sono testimonianze che evidenzino qualunque rivendicazione religiosa. Si parla di un gesto isolato, come quello di Digione, ma il Paese è in allerta, anche se il presidente francese Francois Hollande invita a mantenere la calma.Il conducente si è lanciato contro una baita che serviva vinbrulè e davanti alla quale si trovavano diverse persone. Circa 24 ore prima un uomo, con problemi psichiatrici e in cura in ospedale, aveva travolto con la sua auto alcuni passanti a Digione, al grido di "Allah Akbar", ferendo 13 persone.Il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve ha detto:"Quello che è successo qui non sembra avere basi politiche, non sembra un gesto terroristico ispirato dalla religione. Sembra soltanto, come stanno confermando anche le indagini, un gesto isolato, l'azione di una persona instabile".