Roma, (askanews) - Un po' di stretching, ultimi esercizi di riscaldamento, spray abbronzante e olio per ungere il corpo e mettere meglio in evidenza le fasce muscolari e poi via in posa sul palco per far vedere quanto lavoro si è fatto in palestra durante l'anno.In palio c'è il titolo di Mr Afghanistan e come negli ultimi anni, a Kabul, sono arrivati moltissimi agguerriti bodybuilders che aspirano alla medaglia d'oro. Quest'anno è la decima edizione di questa competizione.In Afghanistan infatti il bodybuilding è uno degli sport più popolari, ammesso persino durante il regime dei talebani tra il '96 e il 2001 anche se non ovunque, e soprattutto con meno libertà, niente costumini quindi, ma pantaloni lunghi a coprire almeno le gambe. Ma ora quasi tutto è concesso e il concorso non ha nulla da invidiare a quelli che si tengono nelle altre parti del mondo.(immagini Afp)