Milano (askanews) - Gli Stati Uniti piangono la morte di una dei sopravvissuti simbolo dell'11 settembre, Marcy Borders, morta per un cancro allo stomaco all'età di 42 anni. Questa foto la immortalò appena scampata all'attentato al World trade center a New York: venne ribattezzata "Dusty Lady", per quel denso strato di ceneri che la ricopriva. All'epoca aveva 28 anni e da un mese lavorava in una delle due torri del World Trade Center. Riuscì a salvarsi scappando appena l'aereo centrò l'edificio, senza ascoltare il suo capo che aveva detto a tutti di rimanere calmi e seduti.Ma la sua vita dopo quel giorno non fu più la stessa. Marcy Borders rimase senza lavoro, cominciò a bere e a drogarsi e a non uscire più di casa per la paura. Nel 2011 riuscì a liberarsi dalle sue dipendenze, ma solo per scoprire poco dopo di avere un cancro allo stomaco, malattia che la donna era convinta fosse stata provocata dalle polveri respirate durante il crollo delle torri.