Abuja (askanews) - Adesso è ufficiale: Muhammadu Buhari ha vinto le elezioni presidenziali in Nigeria. Il nuovo capo di Stato si è imposto con 2,57 milioni di voti di vantaggio rispetto al suo avversario, il presidente uscente Goodluck Jonathan. Il leader dell'Apc, il Congresso progressist6a ha vinto con il 53,9% dei voti. Il trionfo che segna un precedente storico, con la prima sconfitta di un capo di Stato uscente in quelle che sono state le elezioni più combattute degli ultimi 16 anni, da quando nel Paese si è chiusa la stagione dei colpi di Stato ed è stato ripristinato il sistema democratico."Ringrazio tutti i nigeriani che ha reso possibile questa giornata. Il nostro Paese ha raggiunto quella comunità di Stati che hannop usato il voto per cambiare pacificamente presidente con delle elezioni libere. Questo è un dato storico", ha detto. L'ex generale ha incentrato tutta la propria campagna elettorale sulla lotta alla corruzione, male endemico che affligge la Nigeria, prima potenza economica del continente africano, ma dove sono ancora molto marcate le disuguaglianze sociali.Buhari ha sfruttato anche le sue credenziali militari per presentarsi come il miglior candidato per sconfiggere i Boko Haram. Nel 2011 ilo neo presidente è uscito indenne da un attentato suicida. Quell'episodio gli valse il soprannome di "uomo di ferro", per la calma con cui uscì dallasua autovettura e perlustrò l'area investita dall'esplosione.