Palermo (askanews) - A Palermo si rinnova la storica tradizione motoristica della Targa Florio. L'edizione numero 99 della corsa voluta da Vincenzo Florio è partita giovedì 28 maggio da piazza Verdi, salutata da migliaia di palermitani. La gara, organizzata dall'Aci di Palermo e dall'Automobile Club Italia, è valida per il Campionato Italiano Rally e attraversa lo storico percorso a tappe tra Termini Imerese, Cefalù e Campofelice di Roccella, arrivando fino alle Madonie.Tra i partecipanti anche l'ex pilota francese di Formula 1 Erik Comas, al volante di una strepitosa Lancia Stratos. A Campofelice di Roccella è stato allestito il Targa Florio Village con i paddok delle vetture. La gara, però, rappresenta anche un modo per far conoscere il territorio siciliano con le sue bellezze paesaggistiche, la degustazione dei prodotti tipici e l'artigianato locale.Al termine della prima prova, il pilota francese Sébastien Chardonnet si è imposto in classifica con la sua Ford Fiesta R5, con il tempo di 1.33.03. Alle spalle del transalpino si sono piazzati i favoriti alla vittoria finale: Alessandro Perico, con la sua Peugeot 208 T16 e l'otto volte campione italiano Paolo Andreucci, su Peugeot 208T16 ufficiale. Quarto posto per Umberto Scandola con la nuovissima Skoda Fabia R5, al suo debutto nel Campionato Italiano Rally.