Mosca (askanews) - Lo stato maggiore della Difesa russo ha confermato che uno dei due piloti dell'Su-24 abbattuto dalla Turchia nei pressi della frontiera siriana è stato ucciso mentre scendeva con il paracadute dopo essersi lanciato dal velivolo in fiamme."Secondo le prime informazioni, ha spiegato il generale Serguei Roudskoi, portavoce della Difesa di Mosca, uno dei piloti è stato ucciso mentre era in aria a causa dei colpi esplosi contro di lui da terra. A quanto ci risulta, l'aviazione turca non ha fatto alcun tentativo per contattare il nostro equipaggio prima dell'attacco", ha aggiunto Roudskoi.Il punto di caduta dell'aereo russo si trova in territorio siriano, a quattro chilometri dalla frontiera con la Turchia, ha concluso il generale. intanto, l'ambasciatore russo in Francia, Alexander Orlov ha dichiarato che il secondo pilota del caccia abbattuto è riuscito a fuggire ed è stato recuperato dall'esercito siriano.(Immagini Afp)