L'imprenditore bergamasco era Cavaliere del lavoro