Milano (askanews) - Non ce l'ha fatta Phillip Hughes, il giocatore di cricket australiano è morto due giorni dopo essere stato colpito alla nuca da una palla durante una partita. Il 25enne, che si preparava ad esordire nella nazionale australiana, subito dopo essere stato colpito, durante il match fra New South Wales e South Australia, si è accasciato al suolo e da allora non ha mai ripreso conoscenza. I medici del St. Vincent hospital di Sydney in cui era ricoverato l'hanno definito un caso incredibilmente raro". Il colpo alla nuca ha compresso un'arteria che ha provocato un'emoraggia cerebrale, secondo i dottori ci sono solo altri 100 casi segnalati simili e nessuno causato da una palla da cricket.(Immagini AFp)