Padova, (askanews) - "Lo scandalo del Mose è vergognoso: milioni di euro sottratti ai cittadini veneti onesti e una vicenda che ha sporcato la credibilità della classe politica. Le prime vittime del Mose sono i veneti e credo che vada loro restituito quello che è stato tolto". A dirlo è Alessandra Moretti, candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione Veneto, a margine della conferenza stampa di presentazione del suo tour elettorale a Padova, sottolineando che nello scandalo la Regione Veneto dovrebbe costituirsi parte civile.