Roma, (TMnews) - Non tratta argomenti strettamente politici e di campagna elettorale, il presidente del Consiglio Mario Monti, ma rilancia la forte alleanza tra Italia e America Latina, durante una visita all'Istituto Latino Americano a Roma. "Gli impegni della campagna elettorale mi impediranno di partecipare al vertice tra Unione europea e America Latina in programma a Santiago del Cile", afferma il candidato premier del Centro. Monti si sofferma in particolare sulla crisi economica che tocca ancora l'Unione europea, e ammette di avere un pizzico di 'invidia' per il Sudamerica. "Se l'Europa sta uscendo con lentezza dalla crisi economica e finanziaria e cerca nuove strade per la crescita, essa guarda con ammirazione e veramente con spirito di emulazione ai tassi di crescita che il continente Latino Americano registra da un decennio e che hanno consentito ai vostri governi di fare uscire dalla povertà più di 50 milioni di persone". Il premier ha anche ricordato il suo legame familiare con il Sudamerica. "La famiglia di mio nonno dall'Italia verso la fine del XIX secolo era immigrata in Argentina, mio padre era nato in Argentina e quindi la cultura e la vita latino-americana risuona in me in modo molto familiare".