Bruxelles, (askanews) - "Oggi è una giornata storica per l'Italia, perché un peso, una responsabilità che finora è stata quasi unicamente italiana diventa, finalmente, europea". Lo ha detto l'Alto rappresentante per la Politica estera dell'Ue, Federica Mogherini, a margine della presentazione dell'Agenda europea per la migrazione della Commissione europea oggi a Bruxelles.Secondo Mogherini è possibile che l'italia sia esentata dalla prima fase di redistribuzione, visti i carichi finora sopportati. Ma oprattutto "Finalmente c'è una presa di responsabilità europea, di tutti gli europei", ha riferito Mogherini, "abbiamo deciso oggi i numeri per il resettlement (reinsediamento dei rifugiati attualmente ospitati dai Paesi terzi, ndr), e i criteri per la relocation (ripartizione obbligatoria dei richiedenti asilo tra gli Stati membri, con opt-out della Danimarca e possibili opt-out da parte di Irlanda e Regno Unito, ndr), che interessa più all'Italia", ha spiegato l'Alto rappresentante, "criteri che saranno tradotti in proposte legislative nei prossimi giorni", ha precisato."L'Italia è il Paese che sta facendo di più in assoluto per la relocation, essendo il primo paese di arrivo, il primo porto sicuro che si incontra quando si salvano vite in mare - ha ricordato Mogherini -, quindi mi aspetto che l'Italia abbia solo da trarre benefici dalle decisioni prese questa mattina". "Sono convinta", ha concluso l'Alto rappresentante, "che l'Italia riuscirà a condividere le proprie responsabilità finalmente con tutti gli altri europei".