Lussemburgo (askanews) - L'intervento della Russia in Siria, a sostegno del regime del presidente Bashar al Assad sul piano militare e politico, cambia le regole del gioco. Questa l'analisi dei nuovi scenari mediorientali di Federica Mogherini, Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza dell'Unione europea."È di sicuro qualcosa che cambia le regole del gioco, ha detto la Mogherini al suo arrivo a una riunione dei ministri degli Esteri dell'Unione europea a Lussemburgo. Presenta degli aspetti preoccupanti che discuteremo, in particolare per quanto riguarda la violazione dello spazio aereo turco. Ho sempre sostenuto, e credo che questo sarà la sostanza di quanto affronteremo oggi, che gli interventi contro lo Stato islamico devono essere chiaramente indirizzati contro lo Stato islamico e gli altri gruppi terroristici, definiti come tali dalle Nazioni Unite. L'Unione europea, gli Stati Uniti e la Russia hanno tutti e tre un terreno d'intesa comune centrato sulla risoluzione del Consiglio di sicurezza e il quadro Onu. La coordinazione è necessaria per evitare rischi estremamente pericolosi a livello politico e soprattutto militare".(Immagini Afp)