Bruxelles (askanews) - I tre miliardi di euro stanziati dall'Unione europea a favore della Turchia per il mantenimento dei migranti, in particolare dei rifugiati siriani, saranno disponibili in tempi ragionevoli. Lo ha assicurato la responsabile della politica estera europea, Federica Mogherini. "Le discussioni sono tuttora in corso, sono fiduciosa nel fatto che la somma promessa sarà trasferita in tempi ragionevoli", ha spiegato la Mogherini in conferenza stampa: "Non si tratta di spiccioli, è una somma destinata a progetti per i rifugiati, non andrà nelle tasche del governo turco"."Si tratta probabilmente delle dinamiche più pericolose, problematiche e turbolente con le quali il mondo deve fare i conti oggi" ha detto la responsabile della diplomazia europea. "Siamo nel cuore di uno degli scenari più complessi delle relazioni internazionali contemporanee. La crisi dei rifugiati ha chiaramente posto maggiore urgenza e imposto una più attenta presa di coscienza sul dovere che già ci era già ben chiaro di intervenire concretamente".Ankara e Bruxelles avevano firmato alla fine dello scorso novembre un piano d'azione che prevedeva lo stanziamento di un fondo di aiuti europei di tre miliardi di euro, in cambio di un impegno per un maggiore controllo delle frontiere e del contrasto ai trafficanti di esseri umani. Ma il governo turco si era lamentato del ritardo nello stanziamento dei fondi.(Immagini Afp)