Teheran (askanews) - Il capo della diplomazia europea Federica Mogherini si è recata in visita a Teheran, dopo lo storico accordo sul nucleare siglato dall'Iran e dal gruppo 5+1. Un'intesa che di fatto apre una nuova fase diplomatica tra il grande paese persiano e la comunità internazionale. Secondo Mogherini l'intesa firmata a Vienna il 14 luglio "è l'inizio di un processo, non la fine""Si tratta di un investimento per aprire un nuovo capitolo nelle relazioni con l'Iran - ha dichiarato Mogherini - Penso che costruire la fiducia, che un voto unanime al consiglio di sicurezza dell'Onu e che il sostegno dell'Unione Europea siano in sé dei fatti storici"."Non sono preoccupato - ha dichiarato il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Zarif, in una conferenza stampa congiunta - La Repubblica islamica iraniana rispetterà i propri impegni una volta che l'accordo ha superato tutte le procedure legali in Iran".Zarif ha dato una tempistica tra "60 e 70 giorni" perché l'accordo sia realizzato, dopo aver avuto il colloquio con Mogherini. "L'Iran continuerà a cooperare con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea)", ha detto. "Io spero - ha concluso - che l'Ue e gli Stati uniti continuino arispettare i loro impegni".(immagini Afp)