Modena (askanews) - "L'Europa è nata per abbattere i muri e non per costruirne, in occasione del prossimo consiglio europeo ci sarà l'occasione di ribadire che se oggi ci sono paesi che stanno in Ue insieme a quelli fondatori come la Francia e l'Italia è perché qualcuno ha abbattuto dei muri e ha dato loro un'occasione di benessere". Lo ha detto il premier Matteo Renzi in occasione del colloquio, a Palazzo Ducale a Modena, con il presidente francese Francoise Hollande aggiungendo che l'Italia è pronta a fare la sua parte nella creazione di una politica europea di gestione dell'immigrazione"Questo significa ribadire la nostra disponibilità a creare degli hotspot e a gestire in modo organico le politiche di riammissione e una equa distribuzione delle persone che arrivano nel territorio europeo".Il presidente francese Francois Hollande ha spiegato che l'Europa deve prendere tre decisioni in occasione del prossimo consiglio europeo. La prima è la creazione di hotspot nei luoghi di arrivo dei migranti."La seconda decisione è che le persone che arrivano in Turchia vi possano rimanere e lavorare e aspettare nelle migliori condizioni possibili che la situazione in Siria possa migliorare", ha proseguito il capo dell'Eliseo. "La terza è agire in maniera opportuna perché queste persone non sfuggano ai controlli e anche agire con i Paesi da dove provengono per poterli rinviare nel caso in cui non abbiano i requisiti di rifugiati", ha concluso il presidente francese.Immagini AFP