Parigi (askanews) - Parigi celebra Jean-Paul Gaultier con una mostra evento al Gran Palais. Fino al 3 agosto 2015 si può ripercorrere la trentennale carriera dello stilista francese in una retrospettiva itinerante tra manichini parlanti, videoclip, sfilate, schizzi, documenti d'archivio e tanta musica."Lo adoro, lo seguo dagli anni ottanta, questa esposizione è meravigliosa", ha detto l'attrice spagnola, Victoria Abril."E' davvero l'erede di Jean Cocteau, è l'enfant terrible con tutta la sua grazia, la vulnerabilità e l'inventiva", ha aggiunto l'attrice francese Arielle Dombasle, una delle tante celebrities che hanno reso omaggio al re della stravaganza in passerella.Alla mostra sono esposte tutte le ossessioni della moda di Gaultier: la marinière, quella che indossa sempre lo stilista, divenuto un po' il simbolo del suo stile, ispirato al film Querelle de Brest. E poi corsetti e bustini, altro elemento ricorrente sulle sue passerelle. E le creazioni più trasgressive, che superano qualsiasi stereotipo sconfinando nell'arte.Una sezione della mostra è dedicata alle sue collaborazioni più emblematiche nel cinema - con Almodovar, Besson e Jean-Pierre Jeunet - e nella musica, con Madona e Kylie Minogue.(Immagini Afp)