Parigi (askanews) - Dopo New York e Milano, tocca a Parigi ospitare le sfilate della moda. Ad aprire le danze, anche se non nel migliore dei modi è Jacquemus. Considerato un enfant prodige della moda d'Oltralpe, classe 1990, Simon Porte è conosciuto per le sue linee volutamente infantili e per i richiami al mondo delle favole e delle illusioni. Ma questa volta ha davvero esagerato mandando in passerella un modello più brutto dell'altro con volumi e forme decisamente sbagliati.Le gonne sono giganteschi cerchi, le spalline delle giacche fanno sembrare le modelle, le sorelle goffe di Robocop, mentre i tailleur pantaloni di lana gessata hanno proporzioni degne di un clown, il tutto condito con accessori e sovrapposizioni di fiocchi come quelli delle bambole che chiedono vendetta al cospetto del dio moda. L'enfant prodige delude, o forse lancia un nuovo stile che speriamo non prenda piede.(immagini Afp)