Napoli (askanews) - Una procura nazionale antiterrorismo. Quella di una super procura è una delle ipotesi per fronteggiare il rischio terrorismo. Il tema è sul tavolo di largo Arenula per una riunione programmata tra il ministro Andrea Orlando e i principali procuratori italiani. Lo ha confermato il Guardasigilli a margine di un convegno presso il carcere di Poggioreale a Napoli."Valuteremo la struttura migliore perrealizzare il coordinamento, coordinamento che è sicuramente unobiettivo da raggiungere", ha dichiarato.Orlando si è anche soffermato sulle normativa antiterrorismo europea in relazione al rischio che le carceri diventino un incubatore di terrorismo. "Potenzialmente le carceri possono esserlo. Con i ministri della Giustizia, nel corso del semestre europeo, abbiamodiscusso del tema dell'esecuzione della pena. Per fronteggiare questo tipo di fenomeno - ha insistito il ministro - vanno isolate queste cellule. Un'azione fondamentale per evitare che avvenga quello che è accaduto in passato con altre forme di terrorismo:che la sanzione penale diventi, addirittura, momento che rafforza l'organismo che si vuole contrastare". "Per questo - ha concluso - nell'emanazione della normativa antiterrorismo bisognerà tener conto di questo aspetto".