Roma (TMNews) - Poche parole commosse, il ricordo dell'ultima vittima italiana in Afghanistan, un breve scambio di auguri per i 152 anni della Marina militare. Ma soprattutto l'auspicio di poter restituire presto l'Italia a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Il ministro della Difesa Mario Mauro si è collegato in videoconferenza con i due fucilieri italiani. La soluzione positiva del loro caso è un'assoluta priorità del governo Letta, ha assicurato."Torno a sottolineare una volta di più l'impegno non solo di tutto il governo, ma personale del presidente del Consiglio che reputa la risoluzione del vostro caso un'assoluta priorità per il nostro governo. Comunque di tutto quello che andiamo facendo, sarete costantemente informati".Latorre e Girone hanno ringraziato per il sostegno mai mancato. E in una lettera indirizzata al capo di Stato Maggiore De Giorgi hanno ricordato i tanti bocconi amari ingoiati in questi mesi, certi di riuscire a dimostrare la loro innocenza. A breve, entro un paio di settimane, dovrebbe aprirsi la fase processuale. I due marò italiani attendono con ragionevole ottimismo."Siamo con l'umore ragionevolmente giusto per affrontare quello che l'avvenire ci prospetterà, confidando sempre nel lavoro delle istituzioni. A breve incontreremo il ministro De Mistura, il quale ci aggiornerà sugli eventi. Ci prepariamo a questa nuova fase".