Roma, (askanews) - Per il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini il blocco degli scrutini ventilato dai sindacati "è inaccettabile". Giannini al termine dell'incontro con gli studenti a Palazzo Chigi sul ddl di riforma della scuola è tornata sugli esiti dell'incontrocon i sindacati, è ha sottolineato: "E' inaccettabile il blocco degli scrutini, la protesta se si fa, si faccia con altri strumenti, non con quelli che condizionano un momento cruciale del percorso scolastico, per la scuola e per gli studenti".Per quanto riguarda il blocco delle prove Invalsi, il ministro ha osservato "ho trovato inaccettabile che si strumentalizzasse uno strumento di valutazione che certamente non è l'unico né esclusivo, e certamente non perfetto, ma che costituisce la possibilità di avere una radiografia dei livelli di competenza della scuola. E' una speculazione sul futuro dei ragazzi".