Roma, (askanews) - "Non si può dire che l'Italia faccia meno degli altri" nella lotta all'Isis. Lo ha spiegato la ministra della Difesa Roberta Pinotti parlando con i giornalisti a margine della firma di un protocollo con le Regioni Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna."Il terrorismo internazionale e la sfida lanciata al mondo civile dall'Isis sono delle questioni sulle quali bisogna intervenire con strategia e non sull'onda degli ultimi avvenimenti - ha sottolineato Pinotti - Non si può dire che l'Italia faccia meno degli altri. Noi siamo intevenuti prima e già adesso abbiamo un decreto missioni che abbiamo elaborato però a settembre e, quindi, prima che ci fossero gli attentati di Parigi".La ministra ha ricordato che abbiamo così aumentato "di un terzo il contingente in Iraq. Ad oggi, quello italiano anti Daesh o anti Isis è il secondo contingente fra tutti i paesi che partecipano, secondo soltanto agli Stati Uniti. Questo credo dia la misura della presenza italiana".