Roma (TMNews) - Il ministro degli Esteri romeno Titus Corlatean, in visita in Italia dove ha incontrato il presidente del Consiglio Enrico Letta e il ministro degli Esteri Emma Bonino, ha sottolineato l'importanza della comunità romena in Italia, che "contribuisce per l'1,4% del Pil", e il sostegno di Bucarest all'agenda del semestre di presidenza Ue dell'Italia."Sono stato molto onorato di essere stato ricevuto dal presidente Letta e di aver incontrato il ministro Bonino. Questi incontri confermano che tra Italia e Romania c'è una partnership, forte, strategica e consolidata. Abbiamo avuto la possibilità di discutere gli ottimi livelli di cooperazione politica e i solidi rapporti economici e di investimenti: l'Italia è il nostro secondo partner commerciale, più di 37mila aziende italiane operano in Romania con buoni profitti. Inoltre abbiamo discusso delle nostre origini latine comuni, che sono estremamente importanti per la Romania, e di come migliorare ancora le nostre relazioni sulla base dei progetti economici su cui stiamo lavorando insieme. L'Italia potrà contare sull'appoggio della Romania sulle priorità della sua presidenza Ue: crescita economica, disoccupazione giovanile, sicurezza dei confini, immigrazione, allargamento dell'Ue, sia ai balcani orientali sia ai confini Sud e Est dell'Ue. E voglio ringraziare l'Italia per il sostegno per l'accesso a Schengen e contiamo sul fatto che durante la presidenza italiana avremo le condizioni politiche per fare un passo avanti".